Oggi è sab 18 ago 2018, 13:02

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2237 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 220, 221, 222, 223, 224
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mar 7 ago 2018, 23:37 
Non connesso
Campione d'Europa
Campione d'Europa
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: dom 5 ott 2014,
Alle ore: 20:37
Messaggi: 7173
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
freebandiera ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Facile dire "loro non hanno l'obbligo quindi anche noi non dobbiamo averlo", vanno studiate le singole realtà.
Per esempio in Germania, Inghilterra e Francia se non vaccini ti multano (fino a 2.500 euro) e in casi estremi rischi anche il gabbio, in Spagna e Portogallo perdi gli assegni familiari, mentre in Svezia e Finlandia, che sono paesi che funzionano, alla gente non verrebbe mai in mente di svegliarsi la mattina e dire "ho letto un articolo su Lercio che dice che se vaccino mio figlio con la Poliomielite il giorno dopo ha la lebbra, quindi gli credo". Lì hanno fiducia e ascoltano le autorità, che se gli dicono "andate a fare questa cosa" loro la fanno, difatti hanno una copertura che sfiora il 100% su molti vaccini.

L'obbligo è una strada che può essere o no sbagliata, ma in un paese come il nostro, composto perlopiù da gente che si sente più intelligente del prossimo e che vede gombloddi ovunque, serve. Anche negli Usa, in Canada e in Giappone per esempio c'è.

Quindi anche tu sei "italianinioronatiiilnordèbelloeperfetto"

Se nel nord non c'è obbligo non vedo perchè dobbiamo averlo noi. Decuplicare i vaccini a casaccio serve solo alle lobby, e proprio perchè un tema cosi delicato va gestito da profesisonisti, devono essere i singoli medici di base, che sono quelli che conoscono meglio di tutti l'organismo del paziente, a prescriverli o meno...



E' mai morto qualcuno per un vaccino?
Pare ci sia qualche caso di autismo. Non so se confermato ma in ogni caso un numero poco rilevante.
I vaccini costano, e come noto è inutile darli a chi non è a rischio, per cui rischierebbero più paradossalmente per la prevenzione (0, eh s'intende) ma soprattutto si sprecherebbero soldi da investire per es nellaumento del personale in Pronto soccorso

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


Ma non esiste l’essere a rischio o no, ma che significa?! Come fai a dire che uno non è a rischio quando sono malattie per cui basta un viaggio, un graffio o un contatto con un’altra persona infetta per essere trasmesse?! L’unico altro modo per permettere a una persona di non ammalarsi è di chiuderla in un bunker e buttare la chiave.
Ci sono altri 800 modi per risparmiare soldi, i vaccini non sono una di queste.
Visto che esistono ste lobby farmaceutiche che vogliono fare soldi, non credi che farebbero prima a disperdere il morbo e poi a vendere la cura? Ci guadagnerebbero molto di più.

Ah, il 99% dei medici di tutto il mondo è di un unico parere sui vaccini: servono.
Gli unici dibattiti sono tirati fuori da pazzi scellerati o mamme informatissime che dicono “se vaccini contro il tetano rischi la febbre a 39, c’è scritto sul referto nel Ministero alla Salute. Preferisco che mio figlio muoia fra atroci sofferenze per un taglietto in campagna piuttosto che vederlo una settimana a letto con la febbre!”.
E allora vorrà dire che lo consiglieranno a tutti.
Ma non tutti abbiamo lo stesso organismo, quindi ci vuole che un esperto lo ordini singolarmente

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, non credo funzioni così.
Insomma, il tetano colpisce me come colpisce te, non è che esistono organismi immuni a prescindere.
Ripeto, ci vuole un medico a stabilirlo nella migliore tempistica. Che credo sia proprio il sistema di quei paesi

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, il sistema dei paesi senza l'obbligo è quello che ho spiegato sopra.
Ci sono questi vaccini contro queste malattie, se li fai ti diamo dei soldi, se non li fai ti multiamo. Nel migliore dei casi sei libero di non farteli, in quel caso è selezione naturale e se crepi male noi ti avevamo avvertito.

Ripeto, non è che devi farti una visita specialistica per capire che il tuo corpo stira se prendi il tetano o che non riuscirai più a muoverti se becchi la poliomielite.
In Italia si sta facendo più la guerra del "vogliamo decidere noi cosa fare" che ai vaccini in sè (di cui capiscono l'importanza solo i laureati in medicina e i medici). In pratica i no-vax vogliono la libertà di poter avere più possibilità di morire degli altri. I nuovi emo.

_________________
"Sono nato romano e romanista, e così morirò".
Francesco Totti


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 7 ago 2018, 23:46 
Non connesso
Campione d'Europa
Campione d'Europa
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: dom 5 ott 2014,
Alle ore: 20:37
Messaggi: 7173
Lioncino ha scritto:
La terra è piatta... W l’ignoranza!!! Tutti a squola...




NN SI SKERZA SU CUESTE KOSE!!11!!

_________________
"Sono nato romano e romanista, e così morirò".
Francesco Totti


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 7 ago 2018, 23:47 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: gio 21 apr 2005
Alle ore: 16:51
Messaggi: 25238
Località: Genova
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
freebandiera ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Facile dire "loro non hanno l'obbligo quindi anche noi non dobbiamo averlo", vanno studiate le singole realtà.
Per esempio in Germania, Inghilterra e Francia se non vaccini ti multano (fino a 2.500 euro) e in casi estremi rischi anche il gabbio, in Spagna e Portogallo perdi gli assegni familiari, mentre in Svezia e Finlandia, che sono paesi che funzionano, alla gente non verrebbe mai in mente di svegliarsi la mattina e dire "ho letto un articolo su Lercio che dice che se vaccino mio figlio con la Poliomielite il giorno dopo ha la lebbra, quindi gli credo". Lì hanno fiducia e ascoltano le autorità, che se gli dicono "andate a fare questa cosa" loro la fanno, difatti hanno una copertura che sfiora il 100% su molti vaccini.

L'obbligo è una strada che può essere o no sbagliata, ma in un paese come il nostro, composto perlopiù da gente che si sente più intelligente del prossimo e che vede gombloddi ovunque, serve. Anche negli Usa, in Canada e in Giappone per esempio c'è.

Quindi anche tu sei "italianinioronatiiilnordèbelloeperfetto"

Se nel nord non c'è obbligo non vedo perchè dobbiamo averlo noi. Decuplicare i vaccini a casaccio serve solo alle lobby, e proprio perchè un tema cosi delicato va gestito da profesisonisti, devono essere i singoli medici di base, che sono quelli che conoscono meglio di tutti l'organismo del paziente, a prescriverli o meno...



E' mai morto qualcuno per un vaccino?
Pare ci sia qualche caso di autismo. Non so se confermato ma in ogni caso un numero poco rilevante.
I vaccini costano, e come noto è inutile darli a chi non è a rischio, per cui rischierebbero più paradossalmente per la prevenzione (0, eh s'intende) ma soprattutto si sprecherebbero soldi da investire per es nellaumento del personale in Pronto soccorso

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


Ma non esiste l’essere a rischio o no, ma che significa?! Come fai a dire che uno non è a rischio quando sono malattie per cui basta un viaggio, un graffio o un contatto con un’altra persona infetta per essere trasmesse?! L’unico altro modo per permettere a una persona di non ammalarsi è di chiuderla in un bunker e buttare la chiave.
Ci sono altri 800 modi per risparmiare soldi, i vaccini non sono una di queste.
Visto che esistono ste lobby farmaceutiche che vogliono fare soldi, non credi che farebbero prima a disperdere il morbo e poi a vendere la cura? Ci guadagnerebbero molto di più.

Ah, il 99% dei medici di tutto il mondo è di un unico parere sui vaccini: servono.
Gli unici dibattiti sono tirati fuori da pazzi scellerati o mamme informatissime che dicono “se vaccini contro il tetano rischi la febbre a 39, c’è scritto sul referto nel Ministero alla Salute. Preferisco che mio figlio muoia fra atroci sofferenze per un taglietto in campagna piuttosto che vederlo una settimana a letto con la febbre!”.
E allora vorrà dire che lo consiglieranno a tutti.
Ma non tutti abbiamo lo stesso organismo, quindi ci vuole che un esperto lo ordini singolarmente

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, non credo funzioni così.
Insomma, il tetano colpisce me come colpisce te, non è che esistono organismi immuni a prescindere.
Ripeto, ci vuole un medico a stabilirlo nella migliore tempistica. Che credo sia proprio il sistema di quei paesi

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, il sistema dei paesi senza l'obbligo è quello che ho spiegato sopra.
Ci sono questi vaccini contro queste malattie, se li fai ti diamo dei soldi, se non li fai ti multiamo. Nel migliore dei casi sei libero di non farteli, in quel caso è selezione naturale e se crepi male noi ti avevamo avvertito.

Ripeto, non è che devi farti una visita specialistica per capire che il tuo corpo stira se prendi il tetano o che non riuscirai più a muoverti se becchi la poliomielite.
In Italia si sta facendo più la guerra del "vogliamo decidere noi cosa fare" che ai vaccini in sè (di cui capiscono l'importanza solo i laureati in medicina e i medici). In pratica i no-vax vogliono la libertà di poter avere più possibilità di morire degli altri. I nuovi emo.
Vabbè ho capito, gli italiani sono tutti scemi (tranne te ovvio) e all'estero non li obbligano perché sono cerebralmente superiori

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk

_________________
wlf


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 7 ago 2018, 23:56 
Non connesso
Campione d'Europa
Campione d'Europa
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: dom 5 ott 2014,
Alle ore: 20:37
Messaggi: 7173
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Enri ha scritto:
freebandiera ha scritto:
Enri ha scritto:
redguerrier ha scritto:
Facile dire "loro non hanno l'obbligo quindi anche noi non dobbiamo averlo", vanno studiate le singole realtà.
Per esempio in Germania, Inghilterra e Francia se non vaccini ti multano (fino a 2.500 euro) e in casi estremi rischi anche il gabbio, in Spagna e Portogallo perdi gli assegni familiari, mentre in Svezia e Finlandia, che sono paesi che funzionano, alla gente non verrebbe mai in mente di svegliarsi la mattina e dire "ho letto un articolo su Lercio che dice che se vaccino mio figlio con la Poliomielite il giorno dopo ha la lebbra, quindi gli credo". Lì hanno fiducia e ascoltano le autorità, che se gli dicono "andate a fare questa cosa" loro la fanno, difatti hanno una copertura che sfiora il 100% su molti vaccini.

L'obbligo è una strada che può essere o no sbagliata, ma in un paese come il nostro, composto perlopiù da gente che si sente più intelligente del prossimo e che vede gombloddi ovunque, serve. Anche negli Usa, in Canada e in Giappone per esempio c'è.

Quindi anche tu sei "italianinioronatiiilnordèbelloeperfetto"

Se nel nord non c'è obbligo non vedo perchè dobbiamo averlo noi. Decuplicare i vaccini a casaccio serve solo alle lobby, e proprio perchè un tema cosi delicato va gestito da profesisonisti, devono essere i singoli medici di base, che sono quelli che conoscono meglio di tutti l'organismo del paziente, a prescriverli o meno...



E' mai morto qualcuno per un vaccino?
Pare ci sia qualche caso di autismo. Non so se confermato ma in ogni caso un numero poco rilevante.
I vaccini costano, e come noto è inutile darli a chi non è a rischio, per cui rischierebbero più paradossalmente per la prevenzione (0, eh s'intende) ma soprattutto si sprecherebbero soldi da investire per es nellaumento del personale in Pronto soccorso

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


Ma non esiste l’essere a rischio o no, ma che significa?! Come fai a dire che uno non è a rischio quando sono malattie per cui basta un viaggio, un graffio o un contatto con un’altra persona infetta per essere trasmesse?! L’unico altro modo per permettere a una persona di non ammalarsi è di chiuderla in un bunker e buttare la chiave.
Ci sono altri 800 modi per risparmiare soldi, i vaccini non sono una di queste.
Visto che esistono ste lobby farmaceutiche che vogliono fare soldi, non credi che farebbero prima a disperdere il morbo e poi a vendere la cura? Ci guadagnerebbero molto di più.

Ah, il 99% dei medici di tutto il mondo è di un unico parere sui vaccini: servono.
Gli unici dibattiti sono tirati fuori da pazzi scellerati o mamme informatissime che dicono “se vaccini contro il tetano rischi la febbre a 39, c’è scritto sul referto nel Ministero alla Salute. Preferisco che mio figlio muoia fra atroci sofferenze per un taglietto in campagna piuttosto che vederlo una settimana a letto con la febbre!”.
E allora vorrà dire che lo consiglieranno a tutti.
Ma non tutti abbiamo lo stesso organismo, quindi ci vuole che un esperto lo ordini singolarmente

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, non credo funzioni così.
Insomma, il tetano colpisce me come colpisce te, non è che esistono organismi immuni a prescindere.
Ripeto, ci vuole un medico a stabilirlo nella migliore tempistica. Che credo sia proprio il sistema di quei paesi

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, il sistema dei paesi senza l'obbligo è quello che ho spiegato sopra.
Ci sono questi vaccini contro queste malattie, se li fai ti diamo dei soldi, se non li fai ti multiamo. Nel migliore dei casi sei libero di non farteli, in quel caso è selezione naturale e se crepi male noi ti avevamo avvertito.

Ripeto, non è che devi farti una visita specialistica per capire che il tuo corpo stira se prendi il tetano o che non riuscirai più a muoverti se becchi la poliomielite.
In Italia si sta facendo più la guerra del "vogliamo decidere noi cosa fare" che ai vaccini in sè (di cui capiscono l'importanza solo i laureati in medicina e i medici). In pratica i no-vax vogliono la libertà di poter avere più possibilità di morire degli altri. I nuovi emo.
Vabbè ho capito, gli italiani sono tutti scemi (tranne te ovvio) e all'estero non li obbligano perché sono cerebralmente superiori

Inviato dal mio G3221 utilizzando Tapatalk


No, non l'ho mai detto.
Sto dicendo che c'è gente che studia da tutta la vita medicina che consiglia di fare i vaccini, e io mi fido più di loro che di chi scrive di astrusi complotti per arricchire le lobby famaceutiche. La stessa storia ci insegna che le morti e i casi di epidemia nell'occidente sono drasticamente diminuite con l'introduzione dei vaccini.
All'estero non obbligano semplicemente perchè hanno scelto una strada meno "radicale" della nostra, fatta di incentivi e non di obblighi. Praticamente hanno pensato bene che le persone fanno più volentieri le cose se dai loro la carota e non il bastone. Tanto le loro coperture sono belle che elevate, se una piccola quantità di gente decide di non vaccinarsi razzi loro, tanto la possibilità di epidemia non esiste con la maggior parte vaccinata. Lo potremmo fare anche noi, solo che i no-vax sono talmente ottusi che a quel punto tirerebbero fuori cose del tipo "eeeh vogliono comprare il nostro silenzioooooo!!!".
Se vai in Svezia e dici a uno svedese a caso che non ti vaccini ti prende per un cavernicolo.

_________________
"Sono nato romano e romanista, e così morirò".
Francesco Totti


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer 8 ago 2018, 0:22 
Non connesso
Tifoso
Tifoso

Reg. il: mar 22 dic 2015
Alle ore: 14:49
Messaggi: 273
All'estero si ha una copertura vaccinale superiore o uguale al 95% e per questo non è obbligatorio la stessa cosa avveniva anche in Italia ma poi con il propagarsi su Facebook di certe #@*§ messe in giro da persone che di medicina ne capiscono quanto io ne capisco di Fisica Nucleare la copertura è scesa incredibilmente ed allora è stato reso obbligatorio l'assunzione dei vaccini, la storia è molto semplice inoltre I vaccini possono causare danni(che comunque difficilmente sono gravi) solamente in un soggetto su 2 milioni ed il numero di vaccini non influenza assolutamente una possibilità maggiore di poter riscontrare dei problemi, poi come è già stato detto le case farmaceutiche gaudagnerebbero molto di più nella cura di una malattia che nella prevenzione della stessa.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer 8 ago 2018, 2:31 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: gio 21 apr 2005
Alle ore: 16:51
Messaggi: 25238
Località: Genova
Bè i no vax non sono cosi numerosi come si crede...
Comunque qua spiega meglio, e secondo me han ragione

di MoVimento 5 Stelle

Il MoVimento 5 Stelle è a favore delle vaccinazioni e vuole che nel Paese ci sia la massima copertura vaccinale possibile. Noi siamo favorevoli all’obbligatorietà dei quattro vaccini che oggi, per legge, sono gia’ obbligatori, e siamo anche favorevoli all’introduzione di misure di obbligatorieta’ per vaccini che proteggono da malattie per le quali esiste una reale emergenza epidemica (come esiste al momento per il morbillo). Sullo specifico delle misure di obbligatorieta’ come introdotte nel Decreto Lorenzin ci riserviamo di giudicare dopo aver letto il decreto nella sua interezza (e nella sua versione definitiva), e dopo esserci consultati con i nostri esperti nazionali ed internazionali di riferimento. La nostra speranza e’ che su questo tema si possa avere una seria discussione tra tutte le forze politiche, possibilmente senza strumentalizzazioni di alcun genere, vista l’importanza del tema in termini di diritto alla salute individuale e pubblica.

Fatta questa doverosa premessa, il MoVimento 5 Stelle rimane favorevole – in linea generale ma con le dovute specificazioni la cui complessita’ non puo’ essere discussa o riassunta in un comunicato stampa– allo sviluppo di una politica di raccomandazione dei vaccini capillare nel territorio, sostenuta dalle necessarie risorse finanziarie ed infrastrutturali, affinchè le famiglie siano accompagnate dai propri pediatri e dai propri medici verso la vaccinazione, e affinche’ venga rimosso ogni ostacolo pratico alla vaccinazione stesso (in altre parole, un adeguato potenziamento dei servizi a tutti i livelli).

L'approccio che noi proponiamo include anche lo stanziamento di risorse per la creazione di
(i) un anagrafe vaccinale nazionale,
(ii) efficaci meccanismi di monitoraggio della copertura a livello nazionale e regionale,
(iii) la formazione di un comitato indipendente di consulenza composto da esperti del settore (i.e., sul modello americano dell' ACIP, Advisory Committee on Immunization Policies) con almeno il 50% di rappresentanti internazionali.

Questo approccio, che e' modellato sulle "immunization policies" dei paesi Scandinavi (e di 47 stati USA su 50), si basa sul coinvolgimento attivo e responsabile della popolazione ed ha anche il notevole vantaggio di creare un patrimonio di fiducia reciproca tra cittadini ed istituzioni che potra’ essere usato per implementare ogni altra politica di prevenzione sanitaria (alimentazione, allattamento, attivita’ fisica, etc). Come spiegato precedentemente, questa posizione di fondo in favore di un approccio "persuasivo" alla vaccinazione include clausole di salvaguardia che introducono misure coercitive (i.e., "obbligo") in caso di emergenze epidemiche oppure di cadute della copertura vaccinale sotto le soglie che garantiscono l'immunità di gregge.

Va da se' che questo tipo di approccio non può essere considerato ne’ interpretato in alcun modo come una posizione più morbida nei confronti dell'anti-vaccinismo, che e’ un fenomeno senza alcuna base scientifica che noi rigettiamo completamente. Al contrario, noi crediamo che il tipo di persuasione attiva e capillare cosi' delineato rappresenti il modo migliore per sconfiggere ogni forma di "vaccine hesitancy" e "vaccine resistance" in modo completo e duraturo. In questo senso noi respingiamo fortemente qualsiasi insinuazione su una presunta equazione “obbligo contro non-obbligo = pro-vaccini contro anti-vaccini”, che e' del tutto insensata dal punto di vista scientifico.

Come detto all'inizio del comunicato, noi confidiamo sul fatto che su questo tema cosi' importante si possa avere una discussione seria ed informata tra tutte le forze politiche italiane. Sarebbe la soluzione giusta per tutti, ed il modo migliore per sviluppare insieme la miglior "immunization policy" per il nostro Paese.

di Piernicola Pedicini, Efdd - Movimento 5 Stelle Europa.

"Il nuovo programma nazionale italiano estende l'offerta vaccinale fino a 13 vaccini (di cui 4 obbligatori), in totale controtendenza rispetto alla scelta dei principali Paesi europei. Eppure, l'Italia non sta affrontando una fase di emergenza epidemica. Il concetto di "obbligatorietà" si contrappone al concetto di "promozione" della salute che è alla base di qualsiasi efficace azione preventiva: la promozione coniuga la responsabilità dell'individuo con quella della comunità che, con le sue istituzioni, garantisce il rispetto del diritto universale alla salute. Bisogna sostenere politiche di prevenzione tramite una corretta e completa informazione delle famiglie.

In questo ambito assume una importanza fondamentale il ruolo del medico/pediatra come intermediario tra le istituzioni e le famiglie, per una scelta consapevole e informata. La sottrazione di questa responsabilità alla categoria dei medici lascia le famiglie sempre di più nella condizione di ricercare e maturare convinzioni "fai da te" che non consentono una scelta consapevole e propriamente informata; per di più l'approccio basato sulla raccomandazione è sostenuto anche dall'Agenzia Europea di Controllo delle Malattie Infettive".



di Vega Colonnese, M5S Camera.

"Restiamo francamente attoniti e sconfortati di fronte al contenuto dell'articolo pubblicato sul The Guardian, costruito a tavolino senza alcun confronto con i diretti interessati né analizzando il lavoro svolto in questi anni nelle istituzioni dal Movimento 5 Stelle. Articolo viziato già dalla frase iniziale, nella quale il M5S viene definito "anti-vaccinista". Da tempo, anche a mezzo stampa, abbiamo affermato e ribadito di non essere contro i vaccini e che la vaccinazione è importante. Abbiamo però posto dei punti fermi che riteniamo di buonsenso: in primis la nostra contrarietà all'obbligo-coercizione, che va contro l'articolo 32 della Costituzione italiana. In secondo luogo, contestiamo l'approccio: alla logica coercitiva contrapponiamo il principio di informazione, di maggiore coinvolgimento dei genitori per un accesso più consapevole ai vaccini, anche attraverso percorsi personalizzati per ciascun soggetto e una farmacovigilanza attiva. Ci sembra francamente un approccio serio verso un tema delicato che non può essere affrontato con superficialità".


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mer 8 ago 2018, 3:15 
Non connesso
Leggenda del Calcio
Leggenda del Calcio
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: gio 21 apr 2005
Alle ore: 16:51
Messaggi: 25238
Località: Genova
Intanto è legge il decreto dignità. Più indennizzo licenziamento (da un max di 18 passa a 27), lotta alla ludopatia (aumento tasse slot, nuoce gravemente alla salute sui gratta e vinci, tessera sanitaria per poter giocare), voucher limitati, giro di vite su chi delocalizza dopo aver percepito contributi pubblici, via spesometro (per chi fattura elettronicamente) e sembra risolta la grana delle insegnanti precarie e diplomate prima del 2002. Potevano rimettere l'art.18, ma non han voluto dar ragione a leu, in una delle poche scelte sensate della loro vita


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 2237 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1 ... 220, 221, 222, 223, 224

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
cron
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010