Oggi è mer 25 apr 2018, 6:30

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5
Autore Messaggio
MessaggioInviato: mer 11 apr 2018, 11:41 
Non connesso
Capitano
Capitano
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 5807
Località: Civita Vetula
The visit di Manoi Night Shamalyan (2015)

Come ho già scritto altre volte nutro un odio profondo per i film girati in stile documentaristico(mi sembrano ripresi con le videocamere comperate nei centri commerciali), però tutto sommato questo film non è tutto da buttare, alla fine si lascia anche guardare, il problema è che non mantiene ciò che promette all’inizio, la prima parte è intrigante, si rimane incuriositi da tutte le stranezze che accadono ma poi si rimane delusi nella seconda e imbarazzante parte(l’epilogo delude moltissimo).
Continuo a ritenere Shyamalan un ottimo regista(l’atmosfera e la fotografia sono la parte migliore del film, così come la recitazione dei due anziani, molto inquietante) ma trovo che a volte sfrutti male il suo talento.
Ci sono poi alcune perle trash che fanno sorridere(
tipo il pannolone pieno di #@*§ sbattuto in faccia dal nonno al povero nipote).


Arancia meccanica di Stanley Kubrick (1971)

Parlare di questo film è molto ma molto difficile, dopo la visione è impossibile non rimanere scioccati e non stare lì a farsi domande sulla natura dell'uomo e della società.
"Il pensare è per gli stupidi, mentre i cervelluti si affidano all'ispirazione", questa frase riassume un pò parte dell'immenso contenuto poetico di questo film.
Il maestro Kubrick si è spinto oltre il suo solito(e magistrale) modo di fare cinema, dando vita a un opera futuristica in cui i giovani vogliono crescere in fretta e i vecchi hanno una tendenza verso il passato, a farsi prendere dalla nostalgia piuttosto che guardare al presente.
Inutile dire che il maestro si espose a rischi elevati nel girare una pellicola che ha subito un vero massacro da parte della critica e a censure da parte dei soliti perbenisti.
Cosa rende Arancia meccanica così unico, coì maledetto, così speciale, così mitico a quasi cinquant'anni dalla sua uscita nelle sale?
Probabilmente al fatto che in centotrenta minuti si riesca a concentrare una veemente critica nei confronti dell'intero pianeta Terra, il governo che trova nella scienza la chiave per guadagnare consensi e al tempo stesso sbarazzarsi dei criminali, i genitori che non riescono a impartire una giusta educazione ai figli, i ragazzi che alla fine sono quelli che subiscono di più gli effetti di questa società violenta e spietata.
Siamo tutti delle arance meccaniche, in balia di una società che non ci tutela.
Ovviamente tanti applausi vanno fatti alla bravura di Kubrick che fu quasi maniacale nel girare questo film come testimoniò il protagonista, il bravissimo MacDowell.
Geniale la colonna sonora e l'uso della musica orchestrale mixata che da un tocco di eleganza alle scene più brutali.
Una pietra miliare della storia mondiale che ogni appassionato di cinema dovrebbe vedere almeno una volta nella sua vita.
Consiglio anche la lettura del romanzo di Burgess.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 16 apr 2018, 14:02 
Non connesso
Capitano
Capitano
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 5807
Località: Civita Vetula
Monster di Patty Jenkins (2003)


Imbruttita al punto di essere irriconoscibile, un'interpretazione sensibile, intensa ed emotiva per Charlize Theron, per me attrice che ha fatto la sua fortuna grazie alla sua bellezza piuttosto che alle sue doti recitative decisamente scarse.
Questo film è bellissimo, una drammaticità che ti apre il cuore e che ti fa pone davanti un bivio, quello di giudicare o no una spietata assassina o di biasimare una povera donna che lotta per il proprio essere donna e che altro non fa che andare alla ricerca dell'unico grande sogno nella sua vita: l'amore.
Rifiutati gli uomini che l'hanno sempre e solo trattata come spazzatura si getta tra le braccia di una ragazza, l'unica che le abbia mostrato un po' d'affetto perche' Aileen voleva solo essere amata, soltanto quello.
Un film per me sottovalutato(i minuti finali sono da brividi) che andrebbe riscoperto in questi tempi di soprusi e abusi nei confronti delle donne.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 20 apr 2018, 11:03 
Non connesso
Capitano
Capitano
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: dom 5 ott 2014,
Alle ore: 20:37
Messaggi: 5856
Lei - di Spike Jonze (2013)

Solitamente non impazzisco per i film d'amore, ma questo mi ha veramente lasciato senza parole e più volte con qualche brivido. Storia di un futuro distopico (ma nemmeno tanto) in cui viene rilasciato un sistema operativo in grado di comunicare con l'uomo, di imparare dai suoi errori e di evolvere. Il protagonista, che arriva da un matrimonio in frantumi, vive la sua vita in solitudine lavorando per un'azienda che scrive lettere d'amore per gli altri. Sembra essersi ormai arreso alla vita, quando non decide di acquistare questo sistema operativo per motivi di lavoro e conoscere Samantha, la voce femminile del suo os. Lei si dimostra pian piano molto più di una voce in un computer, comportandosi come un vero e proprio essere umano, fino a che i due non si innamorano, con tutti i problemi del caso.

Tecnicamente un incanto, Joaquin Phoenix maestoso ed ottimo anche il doppiaggio di Micaela Ramazzotti per Samantha (anche se l'originale di Scarlett Johansson dicono sia ancora più meraviglioso).
Consigliatissimo, uno di quei film in cui un po' tutti ci si ritrovano.

_________________
"Sono nato romano e romanista, e così morirò".
Francesco Totti


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: ven 20 apr 2018, 12:46 
Non connesso
Capitano
Capitano
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 5807
Località: Civita Vetula
Bellissimo "Her", un film che oltre a offrire tanti spunti di riflessione e' dolce, elegante, poetico, romantico ma non in modo eccessivo e purtroppo tristemente reale.
La sceneggiatura è divina(giustamente premiata con il premio Oscar) così come Joaquin Phoenix(attore che amo) che si rivela ancora una volta straordinario(l’ennesima interpretazione la sua di un’intensità unica).
Il finale poi mi ha commossa molto, malinconico e tanto tanto amaro.
Anche per me è un film da vedere.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 24 apr 2018, 12:08 
Non connesso
Capitano
Capitano
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: ven 17 gen 2014
Alle ore: 18:57
Messaggi: 5807
Località: Civita Vetula
Pay the ghost di Uli Edel(2015)


Più che un film horror sembra una favola nera (un uomo che cerca di salvare suo figlio dalle grinfie di una strega malefica). I primi venti minuti sono più che interessanti e intriganti, poi tutto cade nel mare della noia. Cage e i suoi novanta minuti e passa di paresi facciale non si possono proprio reggere.

Cimitero vivente di Mary Lambert (1989)

La non accettazione della morte di una persona che si ama e il disperato tentativo di riportarla in vita sono i temi di questo film horror che vidi da pre-adolescente e che mi inquieto' molto.
Tratto dall'omonimo romanzo di Stephen King (che a differenza di molti a me non è piaciuto) è un horror dalle atmosfere lugubri e dal finale cupo e molto triste.
Non esiste un cattivo ma soltanto l'amore che non riesce ad arrendersi davanti alla morte, l'incapacità di accettare il destino e di voler andare contro la natura con risultati terrificanti.
Spaventa ma soprattutto lascia tanto amaro in bocca.

P.s. Stephen King appare in un cameo nella parte di un prete.

_________________
Sono bella, o mortali, come un sogno di pietra e il mio seno, cui volta a volta ciascuno s'è scontrato, è fatto per ispirare al poeta un amore eterno e muto come la materia.

Immagine Immagine


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 45 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3, 4, 5

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010