Oggi è sab 17 nov 2018, 20:04

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]




Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo
Autore Messaggio
MessaggioInviato: gio 18 ott 2018, 8:34 
Non connesso
Pallone d'Oro
Pallone d'Oro
Avatar utente

Reg. il: gio 6 set 2012,
Alle ore: 0:44
Messaggi: 8403
Risolini esagerati, è vero.

Nel lancio e la visione in generale meglio Platini, ma nel calcio di prima, anche in porta, Totti meglio.


Share on FacebookShare on TwitterShare on Google+
Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 18 ott 2018, 8:35 
Non connesso
Pallone d'Oro
Pallone d'Oro
Avatar utente

Reg. il: gio 6 set 2012,
Alle ore: 0:44
Messaggi: 8403
Romeo ha scritto:
Il miglior giocatore della storia del calcio francese, purtroppo non tutti in Francia lo riconoscono come tale.

Questo neppure è vero per me. Zidane è superiore.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 18 ott 2018, 14:24 
Non connesso
L'eterno secondo
L'eterno secondo
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: mar 12 set 2006
Alle ore: 15:38
Messaggi: 43687
Località: Civitavecchia (RM)
DROL ha scritto:
Romeo ha scritto:
Il miglior giocatore della storia del calcio francese, purtroppo non tutti in Francia lo riconoscono come tale.

Questo neppure è vero per me. Zidane è superiore.
Per me siamo lí.

_________________
Più le cose cambiano, più restano le stesse (As Roma)

Immagine

L'evoluzione della specie!


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 18 ott 2018, 15:21 
Non connesso
Ultras
Ultras

Reg. il: ven 27 dic 2013
Alle ore: 17:30
Messaggi: 1000
Località: toscana
Tra Platini e Zidane non ci sono dubbi su chi sia il migliore, e' davvero stravagante per non dire altro, accostare qualsiasi giocatore francese al livello di Michel,
Platini e' uno che sta' tra i primi 10 di sempre e i suoi competitor in questi termini, al netto dell' ingiustizia dei paragoni tra epoche diverse, sono: Pele' Cruyff Van Basten Garrincha C. Ronaldo e pochissimi altri,
nel lancio sia di 1a che palla al piede superiore naturalmente a Totti, solo Pirlo si avvicina


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: gio 8 nov 2018, 16:48 
Non connesso
Tifoso
Tifoso

Reg. il: lun 15 ott 2018
Alle ore: 12:10
Messaggi: 63
"L' amore per la Juve non è impudico né peccaminoso. Tale diventa però quando aiuta a stravolgere anche i concetti di senso più comune. Ad esempio, Lei diventa cieco d' amore giudicando Michel Platini. Era un giocatore di notevolissima classe, però non valeva una gamba di Pelè e nemmeno di Cruyff. Il suo dinamismo era scarso. Potendo muoversi con qualche comodità, così da non cadere in debito di ossigeno, il suo cervello si conservava estremamente lucido, il piede destro si dimostrava capace di virtuosismi balistici quali soltanto un vero campione si poteva permettere. Povero invece il suo spirito agonistico. Intelligente e astuto, egli riusciva quasi sempre a truccare questa lacuna: io però non l' ho mai visto eccellere quando il clima della contesa aumentava: ogni suo gesto doveva essere meditato: nulla o quasi veniva espresso da lui seguendo l' istinto. In certo modo somigliava a Rivera per temperamento: gli era superiore nella pura battuta su palla ferma: non lo valeva affatto nelle illuminazioni costruttive. Certe partite giocate da Rivera nel campionato ' 66-' 67 e nel seguente le ho ancora nella retina come esemplari. Anche Platini era bravo nel costruire per lanci lunghi, però raramente dava l' impressione di accendere la luce. Come Rivera, Platini era scarso in acrobazia, mentre Pelè e Cruyff vantavano in repertorio scatti perentori in avanti e in alto, con invenzioni spesso miracolose."

Brera su Platini uno scritto del 1992. Paragonarlo a Pelè o a Cruijff non è lontanamente immaginabile. Un po' come paragonare CR7 e il Fenomeno. Cristiano non vale una gamba di Ronaldo quello vero, caro Luchino.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: dom 11 nov 2018, 20:18 
Non connesso
Tifoso
Tifoso

Reg. il: ven 12 feb 2016
Alle ore: 12:09
Messaggi: 404
Sonaglio ha scritto:
"L' amore per la Juve non è impudico né peccaminoso. Tale diventa però quando aiuta a stravolgere anche i concetti di senso più comune. Ad esempio, Lei diventa cieco d' amore giudicando Michel Platini. Era un giocatore di notevolissima classe, però non valeva una gamba di Pelè e nemmeno di Cruyff. Il suo dinamismo era scarso. Potendo muoversi con qualche comodità, così da non cadere in debito di ossigeno, il suo cervello si conservava estremamente lucido, il piede destro si dimostrava capace di virtuosismi balistici quali soltanto un vero campione si poteva permettere. Povero invece il suo spirito agonistico. Intelligente e astuto, egli riusciva quasi sempre a truccare questa lacuna: io però non l' ho mai visto eccellere quando il clima della contesa aumentava: ogni suo gesto doveva essere meditato: nulla o quasi veniva espresso da lui seguendo l' istinto. In certo modo somigliava a Rivera per temperamento: gli era superiore nella pura battuta su palla ferma: non lo valeva affatto nelle illuminazioni costruttive. Certe partite giocate da Rivera nel campionato ' 66-' 67 e nel seguente le ho ancora nella retina come esemplari. Anche Platini era bravo nel costruire per lanci lunghi, però raramente dava l' impressione di accendere la luce. Come Rivera, Platini era scarso in acrobazia, mentre Pelè e Cruyff vantavano in repertorio scatti perentori in avanti e in alto, con invenzioni spesso miracolose."

Brera su Platini uno scritto del 1992. Paragonarlo a Pelè o a Cruijff non è lontanamente immaginabile. Un po' come paragonare CR7 e il Fenomeno. Cristiano non vale una gamba di Ronaldo quello vero, caro Luchino.


Ciao,

se è indiscutibilmente vero che, come doti fisiche ed acrobatiche (citando Brera), Crujff e Pelè siano stati superiori a Platinì, non capisco quando Brera dice che "Platinì raramente dava l'impressione di accendere la luce".

Ora, per carità, capisco che Brera sia stato uno dei più geniali giornalisti sportivi italiani, ma dire che "raramente accendeva la luce" ad uno che è stato

3 volte capocannoniere della Serie A (in un'epoca in cui tutti i migliori al mondo giocavano in Italia), in modo consecutivo, dato che costituisce anche un record per la storia della Serie A

capocannoniere dell'Europeo 84 con 9 goal in 5 partite (record, per la manifestazione, assoluto e di media: e, notare, da diverse edizioni si giocano più partite, ma i suoi 9 goal resistono ancora come record assoluto...)

(ed anche, mi pare. goleador di una edizione della Coppa Campioni)

ed un genio assoluto negli assist sia a lunga gittata (come dimostra il video) che nel breve…

Dire che raramente accendesse la luce…

https://www.youtube.com/watch?v=IU9S9oaa-AU (i nove goal ad Euro 094)

Il triangolo di Tokio (altro che luce, qui è un triangolo che riscrive le regole della geometria calcistica…) con un altro genio…

https://www.youtube.com/watch?v=qkPzDdiRAsM

Sfida al titolo di goleador stagione 83-84: Platinì vs Zico

https://www.youtube.com/watch?v=fFwxe4uHK8s

Altro che "raramente accendeva la luce…" mi pare un giudizio un tantinello esagerato...

Dopo un derby, vinto per la Juve 2-1 con due reti di Michel, Zaccarelli disse: <<E' stato un grande Toro: poi, ad un certo punto, Platinì ha deciso di giocare...>>


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: lun 12 nov 2018, 18:48 
Non connesso
Ultras
Ultras

Reg. il: ven 27 dic 2013
Alle ore: 17:30
Messaggi: 1000
Località: toscana
Kit, tutti sanno il genio che e' stato Platini, solo qualcuno, (giornalisti fenomeni, tifosi abbagliati di antijuventinismo tipo sonaglio e pochissimi altri dicono il contrario)
raramente accende la luce
quando la contesa diventa aspra raramente fa la differenza

bastano queste 2 frasi per non prendere neanche in considerazione il post a cui hai risposto


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 13 nov 2018, 12:06 
Non connesso
Tifoso
Tifoso

Reg. il: lun 15 ott 2018
Alle ore: 12:10
Messaggi: 63
"Platini raramente accendeva la luce" concordo con il pensiero di Brera: il francese ha sempre giocato in squadre forti, con intelaiature di squadra molto importanti, con compagni di centrocampo soprattutto con Juve e Nazionale di grande carisma e leadership (Tardelli, Tigana, Giresse ecc.). Lui era la ciliegina sulla torta, il giocatore geniale, fantasioso, grande realizzatore, grande organizzatore di gioco spesso ma non era lui che tirava fuori la squadra dagli impicci o dai momenti bui erano altri che trascinavano quelle squadre vincenti. In questo senso lo paragono a Messi.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 13 nov 2018, 15:14 
Non connesso
Titolare con Velina
Titolare con Velina
Avatar utente

Forum Supporter
Fino al : 01/01/2020
Reg. il: sab 21 gen 2017
Alle ore: 20:53
Messaggi: 5461
Località: Verona
Insomma anche Platini, come Messi, hanno fatto la storia solamente per essere stati i componenti di squadre forti.
Possono essere considerati inferiori a Ibra? :asd
Mi chiedo la tua opinione in generale su "Le roi" e il suo ruolo nel calcio.

_________________
"La vera pizza si mangia a Napoli? Forse è così, ma non è la migliore. La migliore ha l'Ananas"

Sir. Alex Ferguson.


Top
 Profilo  
 
MessaggioInviato: mar 13 nov 2018, 19:41 
Non connesso
Tifoso
Tifoso

Reg. il: lun 15 ott 2018
Alle ore: 12:10
Messaggi: 63
Cita:
Insomma anche Platini, come Messi, hanno fatto la storia solamente per essere stati i componenti di squadre forti.


Non mi sembra poco essere la ciliegina sulla torta, il giocatore più rappresentativo, il centro del gioco, il finalizzatore di due tra le squadre più forti della storia. Sostengo che è più la squadra di grande valore che gli ha esaltati e non viceversa (6-7 campioni del mondo a testa). Altra cosa però è paragonarli a Pelè, a Cruijff, a Maradona o Ronaldo (Brasiliano). Quelli erano di un'altra categoria perchè non solo esaltavano tecnicamente qualsiasi squadra in cui giocavano ma miglioravano i compagni e trascinavano tutti gli ambiente e la luce loro la potevano accendere in qualsiasi momento.

Cita:
Mi chiedo la tua opinione in generale su "Le roi" e il suo ruolo nel calcio.


Non si discosta molto da quella di Brera che la sapeva molto più lunga e scriveva molto meglio...
Per me è stato un giocatore eccezionale, geniale. Con Zico e Rumenigge uno degli idoli della mia fanciullezza.
Aggiungo però che a differenza di altri fuoriclasse dell'epoca, avrebbe fatto molta fatica ad adattarsi ad un calcio estremamente fisico, atletico e molto agonistico delle decadi successive. Inoltre penso che se avessi dovuto costruire una squadra da zero, avrei preferito altri giocatori dell'epoca tipo Matthaus, Gullit o Falcao meno geniali e fantasiosi ma capaci di incidere maggiormente sulla squadra, più mobili, in grado di "spaccare" di più le partite e con maggiore carisma sui compagni. In una squadra già forte e con grandi giocatori avrei scelto lui.

Se l'ho stimato molto come giocatore, non posso dire altrettanto del personaggio come allenatore e dirigente su cui stenderei un velo.


Top
 Profilo  
 
Visualizza ultimi messaggi:  Ordina per  
Apri un nuovo argomento Rispondi all’argomento  [ 29 messaggi ]  Vai alla pagina Precedente  1, 2, 3  Prossimo

Risposta Rapida
Titolo:
Messaggio:
 

Tutti gli orari sono UTC + 1 ora [ ora legale ]


Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite


Non puoi aprire nuovi argomenti
Non puoi rispondere negli argomenti
Non puoi modificare i tuoi messaggi
Non puoi cancellare i tuoi messaggi
Non puoi inviare allegati

Cerca per:
Vai a:  
Powered by phpBB® Forum Software © phpBB Group
Traduzione Italiana phpBBItalia.net basata su phpBB.it 2010